Mini torte imperfette

A proposito di Sugar Art & Cake Design, ho tratto la ricetta di Ezio Redolfi per la sponge cake e qualche consiglio su come modellare e decorare, dal primo libro di Maison Madeleine “Cake pops e mini torte – Trucchi, tecniche e ricette per irresistibili dolcetti golosi”.

Il mio risultato segue l’estetica del wabi e sabi, le mini torte sono imperfette, di una bellezza “impermanente e incompleta”, ma mi hanno molto divertita. Per un degno cake design bisogna contare su attrezzi di qualità a partire dagli stampini da forno per finire con elementi decorativi particolari, non basta la pasta di zucchero!

Anche se..

Per 1/2 kg di sponge cake (circa 12 porzioni)

175 grammi do farina bianca
3 uova
125 grammi di zucchero
125 di burro morbido
5 grammi di lievito

Montare il burro finché diventerà spumoso. Aggiungere lo zucchero, montare ancora, e le uova!

Il pasticcere Redolfi dice di non preoccuparsi se il burro dovesse dividersi, perché aggiungendo la farina, setacciata con il lievito, si ricomporrà perfettamente!

All’impasto di queste mini torte ho di mia iniziativa aggiunto qualche goccia di aroma alla vaniglia, uvetta, mandorle e nocciole prima della cottura a 180° per 30 minuti.

Ho lasciato che si raffreddassero per poi farcirle, alcune con la crema di nocciole altre con la confettura di fragole (preparata da DiegoeGodi).

Poi è arrivato l’elemento di novità: la pasta di zucchero colorata. Ne ho scelta una già pronta da 300 grammi, per iniziare! Ho spolverizzato il piano di lavoro con lo zucchero a velo (ingrediente principe della pasticceria!), ho modellato la pasta, tra le mani e con il mattarello in plastica antiaderente, e ho approntato delle forme, malgrado i miei ancora pochissimi strumenti, che valorizzassero le tortine. Le ho appoggiate con un’altro sottile velo di confettura e..ho creduto di stupirmi!

Ad maiora

GD Star Rating
loading...
Mini torte imperfette, 4.8 out of 5 based on 5 ratings

Golosa dal 1984. Storica dell’arte, e-writer e fotografa. Lavora nell’editoria, dedita al teatro e alla cucina.

Leave a Reply

Next Article"The cake show"